CHI SIAMO

ARTICOLO 14
LEGGE 68

L’art. 14 dà la possibilità di ottemperare alla legge 68/99 in materia del collocamento mirato obbligatorio, consentendo in alterativa l’assunzione del lavoratore con disabilità presso una cooperativa sociale di tipo B nei confronti della quale l’impresa si impegna ad affidare una commessa di lavoro.

La norma prevede l’obbligo per le aziende che superano i 15 dipendenti di adempiere all’obbligo di assunzione dei disabili in percentuale alla quantità dei lavoratori dell’azienda stessa.

In caso contrario l’azienda non potrà partecipare ai bandi pubblici e a molti di quelli privati e sarà soggetta a pesanti sanzioni.

L’articolo 14 è una bella occasione per fare il bene dell’azienda, il bene della persona disabile e il bene della Cooperativa Sociale

… e trarne grande vantaggio.

Hai più di 15 dipendenti? Con l’art. 14 alle aziende è concessa l’opportunità di assumere il lavoratore svantaggiato tramite cooperative sociali di tipo B.

Così la tua azienda:

  • rispetta la legge evitando le sanzioni previste,
  • adempie ai propri obblighi occupazionali,
  • accede ai bandi pubblici e privati,
  • riceve un servizio di grande professionalità.

La persona disabile e svantaggiata si realizza, ha la concreta possibilità di:

  • acquisire fiducia in se stessa e nel rapporto con gli altri,
  • trovare un’occupazione in un ambiente in grado di supportare e gestire la sua complessità,
  • esercitare e/o approfondire la propria professionalità.

La cooperativa sociale di inserimento lavorativo in questo modo:

  • risponde alla sua mission: quella di occuparsi dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate,
  • ottiene una commessa di lavoro che le permette di svolgere le proprie attività,
  • avvia con l’azienda una collaborazione sia etica che professionale.

La società civile si arricchisce grazie a un circolo virtuoso che:

  • trasforma la persona disabile o svantaggiata da paziente a risorsa,
  • aiuta l’azienda a rispettare le leggi della società in cui lavora e produce,
  • offre alla cooperativa sociale un’opportunità etica e professionale.